Hyundai fornisce un carrello accatastatore da 16 ton alla LWS, "King of the Kabeltrommel" ("Re dei tamburi avvolgicavo"), di Hannover

Carrello accatastatore hyundai 160f-9l da 16 ton alla LWS,
Dal 2005, l'azienda LWS Logistics Warehousing Systems GmbH con sede in Hannover e 60 dipendenti è responsabile della logistica di spedizione di tamburi avvolgicavo fino a 50 tonnellate negli stabilimenti di due produttori di cavi. LWS è nata dal settore logistica delle due aziende specializzate in cavi Nexans ed RFS, che ancora oggi ne detengono una quota. L'amministratore delegato York Pokornowski guida il settore logistica, che attualmente comprende una flotta di circa 15 carrelli elevatori Hyundai da 1,3 a 16 t di portata.
 

"Ci occupiamo del caricamento e spedizione post-produzione", racconta Pokornowski. Riceviamo quindi commesse speciali quali l'approntamento di lunghezze particolari, che richiedono tamburi fino a 15 t e diametro di 4,5 m. Da 17 anni i carrelli elevatori vengono gestiti da Nikolic di Garbsen importatore di Hyundai Material-Handling. Per questo la Nikolic Gabelstaplerservice GmbH dispone di un'officina nella sede di LWS.

Visto che i tamburi avvolgicavo diventano sempre più grandi e pesanti, il direttore Pokornowski ha determinato l'esigenza di acquistare un carrello accatastatore di dimensioni maggiori. "Fortunatamente, oggi Hyundai offre un 16 ton con baricentro di carico a 1.200 mm". Questa macchina equipaggiata di forche Vetter 3.500 mm è utilizzata per il trasporto di tamburi voluminosi." Grazie al motore Stage IV, l'accatastatore può operare internamente senza che siano superati i limiti di emissione.

La logistica dei cavi è un settore specialistico, i cavi per telecomunicazioni e alta tensione estremamente costosi vanno movimentati con grande cautela; i tamburi avvolgicavi vuoti sono da preferire e i camion vanno caricati con estrema precisione. I tamburi avvolgicavo più grandi hanno un diametro di 5.000 mm e sono lunghi fino a 3.000 mm. Si prevedono già tamburi avvolgicavo lunghi fino a 6.000 m indubbiamente più grandi, movimentabili solo mediante gru. 

 

Leasing con assistenza completa

Il nuovo carrello elevatore di grossa portata sarà inizialmente noleggiato per 60 mesi con assistenza completa. Hyundai ha anche permesso la verniciatura del nuovo fiore all'occhiello in colore RAL 5015. Fra l'equipaggiamento speciale dell'accatastatore sudcoreano spiccano le gomme piene industriali di dimensione 12.00-20. "Questo tipo di gomme abbastanza inusuale per la classe del nostro carrello", dice Pokorowski, "sono necessarie poiché prima la vita utile delle gomme pneumatiche risultava sensibilmente ridotta a causa dei tanti oggetti appuntiti, cordoni di marciapiede, rampe ed altri elementi taglienti. Per questo, equipaggiamo tutta la nostra flotta esclusivamente con gomme piene industriali di un marchio tedesco". Pascal Völkening è responsabile del servizio clienti della Nikolic e, assieme al suo team, si occupa della flotta di carrelli elevatori di grande portata della LWS, oltre alle due flotte multimarchio presenti nello stabilimento dell'azienda produttrice di cavi.

 

Caratteristiche tecniche del carrello

Il 160D-9L può caricare 16 t con baricentro di carico a 1.200 mm. La macchina è spinta da un motore Cummins QSB6.7 con potenza di 122 kW e consumi di carburante ottimizzati. I valori limite di sostanze inquinanti della normativa sulle emissioni Stage IV vengono rispettati grazie a un catalizzatore di ossidazione diesel (DOC) e a un sistema di riduzione selettiva catalitica (SCR) con additivo Adblue. Abbinando DOC ed SCR si riducono i tempi di fermo per la manutenzione e la manutenzione ordinaria è poco impegnativa.

Sistemi all'avanguardia

La combinazione di cambio ZF completamente automatico e assale anteriore Kessler del 160D-9L assicura la massima manovrabilità e una sequenza di cambio marce molto precisa. La macchina è dotata di impianto idraulico completamente proporzionale sensibile al carico. Le pompe a cilindrata variabile Bosch Rexroth gestiscono l'idraulica di lavoro (sollevamento/abbassamento, inclinazione montante e funzioni ausiliarie) e contribuiscono a ridurre il consumo di carburante. Anche la ventola idraulica del radiatore di serie (invertibile), regolata in base alla temperatura, contribuisce a ridurre i consumi di carburante. In base  all'applicazione, questa soluzione dà risparmi energetici che vanno dal 5% al 10%. La funzione di inversione della ventola è a controllo temporale: gli intervalli di commutazione possono essere programmati dallo schermo centrale.

Il nuovo design della cabina rivestita in gomma offre un campo visivo più ampio, maggiore spazio, climatizzatore di serie e grande comfort per l'operatore. La posizione dei pedali permette di raggiungerli facilmente. Il piantone dello sterzo regolabile e il sedile ammortizzato ed ergonomico con regolazione manuale del peso garantiscono un maggiore comfort dell'operatore. Il limitatore di velocità installato di serie su queste macchine si programma facilmente dal display centrale nel campo visivo dell'operatore e permette un utilizzo sicuro e senza problemi del veicolo. 

L'operatore può scegliere due diverse modalità operative: la modalità STD di riduzione del consumo di carburante per carichi operativi leggeri, o la modalità POWER per impieghi gravosi o marcia in pendenza. Un sensore di carico monitora la pressione sul cilindro per regolare il peso sulle forche. Il carico viene visualizzato sul display centrale e l'eventuale sovraccarico attiva un avviso acustico per l'operatore e l'indicazione del peso del carico nel monitor lampeggia in rosso. 

Grazie alla disposizione ottimizzata dei cilindri e all'ammortizzazione di serie, i montanti triplex (fino a 7.034 mm di altezza) non intralciano il campo visivo dell'operatore. Lo specchietto panoramico e la telecamera posteriore di serie, che trasmette le immagini nel display centrale, aumentano la visibilità posteriore. È anche disponibile un monitor opzionale separato al quale è possibile collegare quattro telecamere. Questa opzione viene installata al posto della telecamera posteriore di serie. Il display centrale più grande (display LCD a colori da 4,3"), oltre a fornire all'operatore tutte le informazioni necessarie e i dati operativi generali, visualizza anche gli avvisi di sicurezza. Per impedire l'azionamento accidentale e proteggere il carrello elevatore da furti, è prevista una funzione di blocco dell'avviamento del motore di serie disarmabile unicamente con apposito codice di accesso. Tra le altre dotazioni antifurto vi è anche il coperchio del serbatoio dotato di chiave.

Il freno di stazionamento elettrico del 160D-9L è collegato al sensore OPSS (sistema di rilevamento della presenza dell'operatore). Se l'operatore abbandona la propria posizione a carrello fermo, il freno di stazionamento viene inserito automaticamente per impedire il ribaltamento.

 

Manutenzione rapida e semplice

Il 160D-9L è dotato di serie di una cabina con inclinazione elettroidraulica, che permette di accedere facilmente a tutti i componenti principali agevolando e accelerando gli interventi di assistenza a tutti i componenti del treno trasmissione (intervallo di manutenzione a 500 h). Il grande cofano motore rende estremamente facile l'accesso al vano motore, permettendo di svolgere in modo rapido ed efficiente anche la manutenzione ordinaria quotidiana.

 

Il display LCD a colori integrato nel 160D-9L fornisce inoltre informazioni sugli avvisi di sicurezza, i messaggi di errore (motore, cambio e climatizzatore) e gli interventi di manutenzione imminenti. Il display si può impostare in 13 lingue diverse. Tutte le impostazioni del carrello sono selezionabili dal display LCD. Il display offre anche strumenti di diagnostica che permettono di ridurre i tempi di fermo e non richiedono l'impiego di un laptop per la diagnosi e le riparazioni. Il pannello strumenti è posizionato centralmente ben visibile e facilmente accessibile all'operatore.